a Bologna...
per tutti i Proprietari di Casa
 

In un momento così particolare di crisi per il mercato immobiliare, il Comune di Bologna ha deliberato l’aumento del 40% per la tassazione IMU riservato ai proprietari che affittano i propri immobili a canone concordato. L’aliquota per l’anno 2015 passa dal 7,6 per mille al 10,60 per mille, pari a quasi il 40% di aumento.

L’amara sorpresa arriva appena dopo che le Associazioni di categoria, anche su invito della stessa Amministrazione Comunale, dal 14/7/2014 avevano ridotto dell’8 e del 10% le tariffe al metro quadrato per il calcolo dei canoni concordati, ed avevano ridotto dal 15% al 13% la percentuale di aumento delle stesse tariffe per gli appartamenti più o meno arredati.

Si stima che il gettito del 3 per mille in più, che il Comune incasserà, corrisponderà a circa 30 – 40 Euro al mese di incidenza sul canone di locazione.
I proprietari che stipuleranno nuovi contratti di locazione faranno certamente tesoro di questa considerazione, e, naturalmente, valuteranno di non scegliere il contratto a canone concordato poiché, senz’altro, il canale libero si avvicinerà sicuramente al punto di equilibrio col canale concordato.

La conseguenza, purtroppo, sarà quella di aggravare l’emergenza abitativa, che, nel Comune di Bologna è già ai massimi livelli.


 


28 aprile 2015

Sei a Bologna o dintorni?
Per informazioni o approfondimenti contattaci:
tel +39.051.29.60.694 — e-mail aipi@assoproprietari.it

« torna all'elenco news